Il Progetto

Dipartimento per le politiche della famiglia

Il progetto intende promuovere l'elaborazione e la sperimentazione di un modello teorico e pratico di applicazione delle arti circensi nel processo di crescita e inclusione sociale di bambine, bambini e adolescenti.

Il progetto è rivolto a bambine, bambini e adolescenti, da 4 a 17 anni. I partecipanti con minori opportunità (difficoltà fisiche o intellettive, ostacoli economici, barriere culturali e sociali) avranno la possibilità di superare barriere sociali e comunicative, costruendo preziose occasioni di incontro con altre/i bambine/i e adolescenti con cui socializzare e partecipare alle medesime attività.

Obiettivo finale è l'apertura di un Centro italiano di Ricerca e Formazione sul Circo Sociale, che possa rappresentare uno stabile punto di riferimento per le istituzioni pubbliche, il terzo settore e le strutture formative.

Tutte le attività, dal 14 giugno al 13 dicembre 2021, grazie al contributo del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri, sono gratuite.

Le attività

Le attività ludiche circensi si caratterizzano per universalità, inclusività e accessibilità, per le attività atletiche rigorose ma prive di competitività, per il rispetto e la valorizzazione delle reciproche diversità. Ogni partecipante, secondo le sue possibilità, può trovare la disciplina più adatta fra: giocoleria, equilibrismo, clownerie e improvvisazione teatrale.

Il circo crea aggregazione di individui tutti diversi e tutti uguali allo stesso tempo, in cui benessere fisico e psichico si integrano con la solidarietà, l'equità e l'inclusione.

4 - 6 anni: percorsi ludici rivolti allo sviluppo delle capacità sociali e psicomotorie in un contesto originale e non competitivo

7 - 10 anni: attività ludiche maggiormente orientate alla cura degli aspetti tecnici

11 - 17 anni: attività educative e ludiche caratterizzate da un’alta specificità tecnica.

Chiedi informazioni per partecipare ai corsi!
tel. +39 331 57 65 253
e-mail: info@museodelcirco.it

Seguici sui nostri canali social:


Dove scappare per sentirsi vero, dove fuggire per non essere diverso?
E sognò il circo, realtà capovolta, mondo di uguali perchè tutti strani.

da "Cencio" di F. Guccini